Scrittori Siciliani

Anche al termine del periodo d’oro del verismo e del teatro pirandelliano, la letteratura siciliana del ‘900 continuò ad essere impreziosita dalla presenza di autori ed artisti importanti. Tra gli scrittori siciliani più famosi del ‘900 non potrebbe mancare Salvatore Quasimodo. Nato a Modica nel 1901 e morto a Napoli nel 1968, fu vicino all’ermetismo. Nelle sua prime poesie affrontò la contemplazione della natura nelle varie stagioni e l’amore per la sua terra d’origine. In seguito, fu attratto verso dai grandi temi che hanno sempre caratterizzato l’umanità: l’amore, il dolore e soprattutto la solitudine dell’essere umano. Altro importante scrittore siciliano del ‘900 fu Elio Vittorini. Quest’ultimo nacque a Siracusa, ma visse, durante l’infanzia, tra i diversi posti della Sicilia. Le sue opere furono innumerevoli, ma il suo capolavoro più conosciuto è “Conversazione in Sicilia”, creato nel 1941. Si trattò di un romanzo che non rientrava nei canoni letterari del tempo, fuori dagli schemi, una vera innovazione nel campo della prosa. 

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, l’autore de” Il Gattopardo”, arricchisce certamente la classifica degli scrittori siciliani più famosi del ‘900. Riscosse uno straordinario successo con “Il Gattopardo” , tanto che il regista Luchino Visconti ne trasse il celebre film. Anche Vitaliano Brancati, nato a Pachino, è tra gli scrittori siciliani più famosi del ‘900. 

Egli testimoniò i vizi della borghesia della sua regione con ironia siciliana, bonaria solo apparentemente, ma in realtà senza scrupoli. Il “Bell’Antonio” fu il romanzo che gli conferì la maturità letteraria e lo rese famoso. Profondamente legato alla Sicilia e radicato nella sua terra, anche lui annoverato tra gli scrittori siciliani più famosi del ‘900, è stato Leonardo Sciascia. Nato a Racalmuto nel 1921, nelle sue opere ha offerto veri e propri atti di accusa, in cui testimoniare le malavita del posto. Le sue opere, infatti, erano caratterizzate da un’importante vocazione di natura civile e politica. Fra le sue opere più importanti è possibile citare  “Il giorno della civetta”, “L’Onorevole”, “Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia”, “A ciascuno il suo”. In tutte le sue opere, però, egli analizzava e descriveva la realtà, i suoi drammi più profondo, ne cercava le cause, tentando di spiegare le ragioni di questo “modo di essere” siciliano. Infine, chiude l’elenco degli scrittori siciliani più famosi del ‘900 Andrea Camilleri. Nato a Porto Empedocle nel 1925 e da poco scomparso, è stato famoso romanziere e il papà del commissario Montalbano. Dal ricco e continuo ciclo dei suoi romanzi, infatti, ha preso spunto l’omonima miniserie a carattere poliziesco “Il commissario Montalbano”, interpretata da Luca Zingaretti.  

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: