Fondazione Puglisi Cosentino Online

Palazzo Valle, situato a Catania presso il civico 122 di Via Vittorio Emanuele II, può essere considerato un autentico capolavoro del barocco siciliano. Posto nel centro storico della città, si snoda tra Via Vittorio Emanuele II, Via Landolina, Via Valle e Via Leopardi, l’edificio è opera dell’ingegno dell’architetto Gian Battista Vaccarini, che contribuì alla ricostruzione di Catania dopo il disastroso terremoto del Val di Noto del 1693. Palazzo Valle è nato grazie all’iniziativa di Pietro La Valle ed è stato realizzato in tre diverse fasi, con definitiva conclusione nella seconda metà dell’Ottocento. Costruito in stile barocco, Palazzo Valle è costituito da un piano botteghe con annessi mezzanini e dal piano allestito in modo nobile, perché residenza del proprietario. A tal proposito, l’architetto Francesco Fichera, parlando di Palazzo Valle, lo riconobbe quale: «palazzo dotato di un fascino di grandiosità austera, dovuto alla semplicità del telaio del massiccio edificio, ricinto entro basse lesene, coronato da una sobria cornice». 

La facciata di Palazzo Valle è arricchita da balconi ad andamento curvilineo, mensole smussate e appianate negli angoli, campi geometrici riquadrati. La parte più autorevole di Palazzo Valle a Catania è il portale d’ingresso, impreziosito da un timpano, che sostiene la mensola aggettante del prezioso balcone, posto al centro del palazzo. Proprio al centro del timpano risalta lo scudo del casato Valle – Gravina. Inoltre, la facciata principale di Palazzo Valle risalta anche grazie alla presenza della pietra calcarea che contrasta sull’intonaco scuro, di finiture e dettagli e di un grande portone, che danno eleganza a tutto il complesso. Dall’androne di Palazzo Valle si aprono due scale che portano al piano nobile del palazzo, che presenta un cortile interno, seppur rimasto incompleto. Considerato come modello di ispirazione per gli eleganti palazzi catanesi, Palazzo Valle è il più bello tra gli edifici civili, presenti sul territorio. Dopo una serie di atti di successione, che hanno avuto inizio alla fine del ‘700, e aver modificato più volte gli scopi d’uso, Palazzo Valle aveva subito un processo di declino e decadimento. Nel 2001, però, Palazzo Valle viene acquistato da Alfio Puglisi Cosentino che, a sua volta, lo aveva rilevato dagli Asmundo Zappalà di Gisira. Così, Alfio Puglisi Cosentino ha riportato Palazzo Valle agli antichi splendori, così da restituirlo alla città di Catania nella sua completa magnificenza. Tutti i lavori portati avanti e realizzati tra il 2004 e il 2008 per Palazzo Valle sono stati realizzati grazie al contributo della Finsole e ai finanziamenti regionali, secondo il rigore progettuale ed esecutivo e in accordo con la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Catania.

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: